Giorgio Eros

Morandini

Giorgio Eros Morandini

Espone con continuità in Italia e all’estero, le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Europa, Nord America e Giappone.

Biografia

Nato a Udine nel 1959, fin da ragazzo è a stretto contatto con il marmo nel laboratorio del padre, mestiere che lo proietta dalla metà degli anni 70 ad affinare le tecniche scultoree, fino a protrarsi agli inizi degli anni 90 dove fa della scultura la sua professione, esponendo in numerose mostre in Italia e all’estero.

Dopo aver frequentato i corsi di storia dell’arte contemporanea, disegno e ceramica presso la Scuola d’Arte e Mestieri “Giovanni da Udine”, tra il 1996 e il 1997 sono proficui gli incontri con i maestri Franco Meneguzzo (a cui fa capo l’essenzialità della forma e la lavorazione dei materiali), Giancarlo Sangregorio (la cui specialità è la combinazione dei materiali), Janez Lenassi (che interpreta la pietra come organismo vivo) e infine Kengiro Azuma (la cui peculiarità è il rapporto forma-ambiente).

Dal 1998 al 2010 ha diretto personalmente i corsi di scultura presso le cave di marmo di Arzo (CH).
In questo periodo ha continuato la sua carriera d’artista e le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Europa, Canada e Giappone.

Svolge la sua attività tra Friuli Venezia Giulia e la Versilia, in Toscana. Le sue opere monumentali sono in permanenza presso la galleria Open One Modern and Contemporary Art a Pietrasanta (Lucca).

Dal 2015 è stato inserito al “MuSA”, Museo Virtuale della Scultura e dell’Architettura di Pietrasanta ed espone con continuità in Italia e all’estero, le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Europa, nord America e Giappone.

“…egli fa cantare la pietra: il suono fa materia, pulsa, respira. L’opera che nasce dallo sbozzatore rivela la sicurezza con cui Giorgio Eros Morandini legge e interpreta il divenire della forma nella sua dolorosa ricerca di armonia” – Walter Schoenenberger
HO CAPITO
Questo sito web utilizza cookies. Leggi l'informativa